Come scegliere una sciarpa da uomo: caratteristiche, tessuto, costo

Per scegliere una sciarpa da uomo, è importante prendere in considerazione diversi fattori. Prima di tutto, devi stabilire lo scopo del suo uso. In base alla finalità, puoi prestare attenzione al colore, all’ordito, alla lunghezza e ad alla fantasia.

Modello sciarpa da uomo

Oggi esiste una grande varietà di tipologie di sciarpe da uomo. A seconda dello stile, si può differenziare il modello: casual (sciarpa lavorata a maglia), affari (sciarpa a tinta unita), sport (specifica per lo svolgimento dell’attività sportiva).

Sciarpe basica

La lana è uno dei tessuti più ordinari e anche pratici. La caratteristica basilare della lana è la termoregolazione: è molto calda nella stagione invernale. È meglio selezionare una sciarpa in lana merino in quanto questa fibra è molto fina, quindi i prodotti da essa derivati sono incredibilmente morbidi.

La seta è un ordito liscio. Una sciarpa in lino starà bene con una giacca o un cappotto molto strutturato.

Il lino è un tessuto leggero, perfetto per un utilizzo in climi caldi. Lo svantaggio che si registra però è nella tipologia del tessuto che tende ad accartocciarsi rapidamente.

Il cashmere è un tessuto molto costoso, è fatto di primo pelo di capra, che viene pettinato. I prodotti realizzati in cashmere sono molto delicati.

Il cotone è decisamente adatto per l’estate.

L’acrilico: il materiale è molto gradevole al contatto, ma non idoneo ai pori freddi, quando è doveroso riscaldarsi.

Colore delle sciarpe

Scegliere il colore giusto della sciarpa è importante perché può far apparire il volto più o meno luminoso, invecchiandolo o ringiovanendolo. Nella combinazione cromatica delle sciarpe da uomo, vengono adoperate perlopiù le tinte neutre. E’ opportuno comunque tener conto dei colori più utilizzati dalla persona in modo da abbinare una tinta vicina così che l’accessorio sia ben combinato, rappresentando toni più scuri o più chiari del vestiario principale.

Il blu e il grigio tradizionali sono alcuni dei toni più scelti. Se non riesci a selezionare un colore, punta su questi e non sbaglierai. Sono utilizzabili su quasi tutti i colori e il grigio chiaro ringiovanisce il viso.

Il nero è un colore stra-richiesto, ma non è una scelta opportuna, poiché stanca il viso e lo rende spento. Di certo però è un colore abbinabile in modo facile.

Il bianco è un modello intramontabile, ottimo con un cappotto scuro. Tuttavia, vale la pena rammentare che avrai bisogno di un’attenzione speciale per la sciarpa chiara e dovrai lavarla di continuo dato che ogni minima macchia sarà vistosa su un tessuto bianco.

Indipendentemente dal colore che vorrai selezionare, la sciarpa è un accessorio invernale che non può essere ignorato nell’armadio maschile. E’ in grado di denotare quel tocco di eleganza semplicemente esercitando il suo scopo originario ovvero riscaldando.  Scegliere la sciarpa da uomo è una operazione semplice. E si rivela pertanto un regalo sempre gradito.

Modelli di sciarpa

Le possibilità di scelta tra i modelli sono due: la classica sciarpa rettangolare  o la versione scaldacollo. Quest’ultimo è l’ideale per gli sportivi o per gli uomini che amano la soluzione più pratica. Lo scaldacollo infatti si infila: non avete bisogno di cercare il modo giusto per sfoggiare il capo, proprio perché è obbligato! La sciarpa rettangolare invece può essere indossata in diverse modalità e dunque si adatta a chi è più pretenzioso.

Sciarpa :lunghezze possibili

Quanto deve essere lunga una sciarpa?

Mentre la larghezza è prelativa e varia dai 15 fino a 40 centimetri e oltre, la lunghezza stabilisce la vestibilità dell’accessorio, nonché la sua raffinatezza. Le sciarpe più corte sono le più convenzionali. Essendo corte sono quelle adatte da indossare con la giacca. La lunghezza orientativa si attesta intorno ai 160 centimetri. Con queste si può fare il nodo perfetto. La soluzione di sciarpa più lunga invece può arrivare fino ai 200 cm e si prestano a look molto confidenziali, casual perlopiù.

Curiosità

L’esistenza di sciarpe da uomo raggiunge 2.200 anni. addietro Sono state indossate da politici, artisti, da poeti e scrittori e da guerrieri. Al giorno d’oggi, è un accessorio che completa precisamente qualsiasi aspetto e riscalda, soprattutto. La si sceglie giornaliera, stravagante per determinate ricorrenze o anche a quadroni che è un must have, veramente elegante.

Le sciarpe nel guardaroba maschile stanno divenendo un accessorio rilevante. A volte, per rendere l’immagine più splendente, basta annodare una sciarpa al collo in modo lievemente diverso rispetto al passato e si ottiene un effetto cambiamento! Molti sono i tutorial che insegnano, precisamente, le diverse possibilità di utilizzo delle sciarpe, femminili e maschili, ed il loro possibile annodamento. E’ una buona possibilità di indossare magari gli stessi modelli di sciarpe ma dando l’idea di averne il doppio o il triplo.

Attenzione ai lavaggi

E’ bene controllare l’etichetta del capo prima di sperimentare lavaggi sbagliati o procedimenti azzardati di cura dell’accessorio. Ogni tessuto e ogni infilato ha il suo particolare processo di manutenzione così da far diventare il capo durevole nel tempo.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di moda. È moglie e mamma.

Back to top
menu
Abbigliamento uomo