Pantaloni eleganti da uomo: migliori prodotti di Ottobre 2021, prezzi, recensioni

Pantaloni classici ma anche a sigaretta oppure col risvoltino. Insomma, ve ne sono di diverse tipologie seppure tutti appartenenti alla famiglia dei pantaloni eleganti. Tutti sono degni di fascino se bene accostati ad un look curato e se bene selezionati in base alla corporatura dell’uomo che li indossa.

I pantaloni sono da sempre un capo d’abbigliamento maschile importante, nel guardaroba. In principio dovevano coprire parti del fisico, ma anche intervenire rispetto a problemi di comfort e di agio oltre che di libertà nei movimenti; solo recentemente sono diventati un elemento di moda e quindi sono scelti per conferire slancio alla linea, distinzione, gusto.  Così i modelli di pantaloni sono differenziati. La moda ne propone sempre di nuovi ma non tutti sono consigliabili  per tutte le tipologie di fisicità.

Pantaloni classici

I pantaloni classici, abbinati perlopiù a giacca e cravatta, hanno due imbastiture sul davanti, rivolte verso l’esterno, in genere oltre a quelle verso l’interno, se piacciono. Mostrano tasche laterali, il risvoltino e una larghezza che può variare dai 19 ai 22 cm. L’orlo dei pantaloni è infatti molto significativo per una buona linea generale. Al contrario invece, laddove non ci fosse cucitura davanti, il pantalone avrà le tasche laterali non proprio dritte ma con effetto obliquo, perdendo in quanto ad eleganza e trasformando il look del pantalone in casual, adatto ad ambienti semplici.

Nei pantaloni più raffinati, quindi nei capi prettamente eleganti, è previsto il cinturino esteso con le fibbiette ai lati, perché danno una idea più curata e non intralciano sotto la giacca. Sono inoltre molto pratici per regolare la larghezza in vita.

Le tasche sul retro dei pantaloni variano a seconda della scelta di chi li indossa; di certo adempiono a una questione di comodità, ma ovviamente sono previsti soltanto nelle tipologie di pantaloni sportivi.

Quale taglia scegliere per una giusta linea?

Per cimentarsi nella taglia giusta dei pantaloni ci vuole prima di tutto, intuito e non guasta l’esperienza.

I pantaloni devono essere non stringenti e non troppo cedevoli in generale. Ma al contempo, devono seguire il criterio di un prototipo a cui fanno riferimento. Se un paio di pantaloni casual va bene per una passeggiata in città, lo stesso discorso non può valere di certo per la serata di fine anno , organizzata dai colleghi in ufficio. A tal proposito p, per non perdere il criterio di eleganza, ricordiamo che: l’oversize non sposa la ricercatezza, quindi i modelli abbondanti conservateli per il tempo libero e le uscite mondane. Il trucco per essere sempre eleganti? Il taglio slim fit. Il disegno  ne migliora la figura e al contempo accresce l’indice di eleganza. Per qualunque circostanza, i pantaloni slim si ripetono quindi come una risoluzione.

Ogni fisico ha il suo esempio di pantalone prediletto. Ogni pantalone difatti ha suoi dettami e non puoi non essere preparato a riguardo se vuoi capire come selezionare i pantaloni da uomo ideali per la tua fisicità

Dei consigli generici ti daranno qualche piccolo assaggio in materia, per cominciare a muoverti nei meandri della moda maschile. In generale, comunque, ricorda che se hai un fisico magro e slanciato puoi permetterti anche dei modelli modello slim. Se invece non sei proprio alto e hai un fisico più robusto è consigliabile scegliere pantaloni eleganti che ricoprano del tutto il calzino, fin sulla scarpa.

Ogni pantalone veste in modo diverso e sbagliare è più facile di quello che pensi. Quindi, tra le varie taglie di pantaloni per uomo, assicurati sempre di scegliere quella che doni la perfetta vestibilità. Non accontentarti pensando di migliorare il modello con pieghe e tagli. Il pantalone ideale deve vestire bene, oggi, non quando lo avrai modificato.

Spesso le commesse invitano a risoluzioni attraverso ritocchi sartoriali; che sia veramente l’ultima spiaggia da perseguire. Preferiamo portare a casa un modello finito.

Se sei un uomo alto e magro

Puoi rilassarti. La tua fisicità è la più semplice da abbigliare. Il corpo, infatti, si mostra  con:

spalle larghe e gambe dritte, una circonferenza standard.

La parte superiore e  quella inferiore della figura, quindi, sono ben adatte e questo ti consente di procedere con l’accostamento giacca e pantaloni e camicia.

Se sei un uomo molto muscoloso

Se il tuo corpo è muscoloso con spalle larghe e fianchi e vita stretti ma con gambe “grosse”, punta sempre un taglio di pantaloni da uomo con gamba dritta; non puoi indossare modelli troppo fascianti né larghi. Ci vuole qualcosa che accompagni la figura imponente. No ai modelli skinny. Seleziona modelli più morbidi che concedano una armonizzazione del corpo nella sua interezza.

Se sei un uomo basso

Se l’altezza non è il tuo elemento a favore, devi provare, a slanciare il busto, con un effetto ottico . Acquista pantaloni stretti , dalla lunghezza opportuna altrimenti rischi di registrare l’effetto opposto. Se il tuo stile punta al completo spezzato, indossa i pantaloni in una gradazione più scura rispetto al tono della giacca.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di moda. È moglie e mamma.

Back to top
menu
Abbigliamento uomo