Uomo e tipologie di scarpa: guida completa, informazioni e fasce di prezzo

Un uomo raffinato lo si riconosce dalle scarpe. Ma quali modelli sono quelli più eleganti da indossare e soprattutto quando indossarli? Proviamo a scoprirlo insieme, attraverso alcuni semplici suggerimenti di cui far tesoro e partendo da una premessa: la vera scarpa artigianale deve essere prodotta in materiali naturali in ogni sua sezione o dettaglio. La gomma è consentita solo come sottosuola per la questione antiscivolo. Tutto chiaro? Bene, non si accettano errori sulla scelta di un elemento di vestizione importante quanto lo stesso abito e che può anzi, stonare il completo se non scelto in modo opportuno. Bene, procediamo allora nel mondo delle calzature, scoprendone fascino e comodità.

Come selezionare la misura giusta di scarpe

Vestire il piede presentandolo come più piccolo, è indice di eleganza;  la figura della scarpa deve delineare il piede, fasciandolo ma non rendendolo ancor più grosso. Le migliori scarpe sono quelle che affinano le sagome del plantare.

Il numero di scarpe deve chiaramente corrispondere ai principi dell’ agio e della vestibilità. Quello che puoi stabilire tu è il modello che quindi, deduciamo, meno è ingombrante, più è elegante. No allora ai modelli voluminosi, in modo categorico.

I modelli di scarpe da preferire

Al contrario di ciò che accade nell’abbigliamento, dove il materiale è importante e spesso domina sulla forma, il modello di scarpa è definito din base al suo accostamento con l’abito che si vuole vestire. Le tipologie di scarpe classiche sono sempre trionfanti: Oxford o Loafer sono evergreen a cui non si può rinunciare.

Quali colori scegliere per le scarpe

Facilitiamo il repertorio di colori per le scarpe su due discriminanti: chiare e scure. Si può indossare un colore chiaro essenzialmente entro ora di pranzo. Nel pomeriggio invece, l’uomo elegante calza delle scarpe scure. In una calda giornata d’estate magari si può indossare un colore di scarpa più chiaro e tenerlo fino al pomeriggio. Ma non oltre. Di sera dunque è sempre preferibile indossare calzature scure.

Ci sono regole per la suola della scarpa?

La larghezza della suola deve essere sempre inserita tra 1 e 6 mm nella scarpa elegante mentre può arrivare fino a 8 mm nella calzatura sportiva. Si può spingere entro i 9 mm solo per una scarpa invernale. Una suola sottile in estate non è affine alla freschezza, non necessariamente; il piede è poco diviso così dall’alta temperatura della superficie su cui cammina e ne subisce il cambiamento termico.

Scarpe di pelle e scarpe di camoscio: la lunga sfida

Per non cadere in errore, meglio scegliere le scarpe di pelle, nelle sue molteplici varianti; sfumate, scolpite, e così via. Le scarpe di camoscio sono consentite nei mesi più freddi e vanno calzate sotto tessuti acconciati fini, quali vellutini e flanelle. Qualsiasi pelle ha bisogno di essere conservata in modo accurato;  lucidata quindi periodicamente con spray appositi. Ma vale per tutti i modelli di scarpe. Devono essere puliti in modo adeguato, periodicamente.

Le scarpe da uomo adatte ad ogni età

Per le scarpe giuste, ogni età ha i suoi modelli. Finché non si è raggiunta una maturità di look, in genere intorno attorno ai 30 anni, si accettano molto di più colori anche sgargianti con giochi nei mood del modello. Oggi molti criteri del bon ton, in merito all’abbigliamento, sono decaduti: ad esempio, le sneakers sono utilizzati ad ogni età. Il classico è diventato trasversale. Il modello da ginnastica è scelto anche dagli over 50.

Va bene sentirsi liberi di indossare ciò che si preferisce ma, almeno nelle occasioni, è importante seguire dei canoni di stile, buon stile.

Le scarpe modello Oxford: quando indossarle

È una tipologia di scarpa che veste la raffinatezza, da calzare sotto abiti eleganti o casual: in quasi tutte le occasioni quindi. Difficilmente sembrerà fuori tono. Esistono molte variazioni di questo modello, che ne caratterizzano lo stile. La full brogue ad esempio, va utilizzata sotto abiti sportivi. Mai calzarla sotto abiti convenzionali; per questi ultimi è preferibile acquistare una half brogue che ha la foratura più stretta. La Oxford liscia , con effetto lucido invece è da indossare sotto uno smoking.

Le scarpe Derby : quando indossarle

È il modello da utilizzare solo nell’abbigliamento casual e sportivo, mai nel convenzionale. A differenza della Oxford, la Derby si accosta a un vestire colloquial. La Derby fibbia, o Monkstrap, è un buon incrocio, tra l’informale e il ginnico. La Derby Arca ha una allacciatura a due fori ed è perfetta sotto il tight. La Derby Long Wing, si distingue per il taglio a coda di rondine su un lato della scarpa ed è perfetta se accostata a look caratterizzati da tessuti pettinati.

Le scarpe Loafer: quando indossarle

È il tradizionale mocassino utilizzato in ogni occasione, specie in estate.  Si sposa bene  con un look tra lo sportivo e l’ ufficiale. Il modello pump, prodotto in vernice nera, è indicato per uno smoking, quello anni 30 per intenderci. Ma può essere poi adattato al altre circostanze eleganti.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di moda. È moglie e mamma.

Back to top
menu
Abbigliamento uomo